Baccalaureato Licenza Dottorato Biblioteca Contatti Segreteria
Storia della Facoltà
Informazioni Generali
Autorità Accademiche
Collegio dei Professori
Calendario delle Lezioni
Ufficio Stampa
San Bonaventura Informa
Editrice MF
Auditorium
Cineforum
Borse di Studio e Donazioni
CATTEDRE E ISTITUTI
Cattedra Kolbiana
F.I.A.T.S.
Mulieris Dignitatem
Grafologia pastorale
Academia Bessarionis
Cattedra di dialogo
AREA RISERVATA
home \ news
NEWS
La Bibbia in dialogo con le Fonti Francescane
10 Luglio 2019

La Bibbia Francescana, pubblicata cinque anni fa, è un quotidiano strumento di preghiera e riflessione che propone una lettura “allargata” alle Fonti Francescane. Una presenza editoriale che non si è limitata al prodotto cartaceo ma ha avuto un progressivo sviluppo in rete, attraverso un sito web e canali social.

Una sorta di “convento virtuale” nel quale si danno appuntamento religiosi e laici con una passione comune: coltivare e condividere la Parola attraverso una lente francescana. Ci racconta il progetto fra Andrea Vaona, OFMConv, docente di Storia ecclesiastica presso l’Istituto Teologico Sant’Antonio Dottore e la Facoltà Teologica del Triveneto.

«Se Francesco insegna ai frati di saper leggere il libro della croce di Cristo (quando fossero sprovvisti di libri della Sacra Scrittura e anche per questo viene spesso raffigurato con un crocifisso in mano), Antonio aiuta a sfogliare con sapienza il Libro della Scrittura Sacra (ne sono un esempio i suoi Sermoni).

Forse proprio per questa eredità antoniana, a Padova sotto le cupole del Santo anni fa un gruppo di frati (e rigorosamente attorno ad una semplice tavola per la cena) ha cominciato a immaginare uno strumento che potesse con semplicità portare la Bibbia a dialogare con le Fonti Francescane, per facilitare la riflessione e la preghiera di frati, suore e amici di Francesco e Chiara. Nella curiosità e nella ricerca sapienziale di quante e quali citazioni bibliche fossero riecheggiate nei diversi scritti presenti nelle Fonti, sia nella preghiera e riflessione di Francesco e Chiara (i loro scritti) sia nell’opera varia e complessa delle agiografie.

Ne è nato così un progetto editoriale un po’ ardito anche se molto semplice concettualmente: produrre uno strumento di preghiera e approfondimento molto concreto (un volume, una Bibbia, ma “francescana”) e uno spazio “virtuale” dove poter far condividere con francescana fraternità i frutti raccolti in questo tipo di indagine e preghiera.

Guidati da fra Fabio Scarsato OFMConv - direttore editoriale del Messaggero di Sant’Antonio e direttore delle “Edizioni Messaggero Padova” - si è formato un gruppo di 46 collaboratori (frati e suore di ogni famiglia francescana, amici e amiche dell’Ordine Francescano Secolare, presbiteri, e tanti altri) per produrre il testo della Bibbia (dal testo base CEI 2009) annotato però con tutti i riferimenti a margine che rimandano il lettore a scoprire come il versetto che sta leggendo/pregando sia stato inserito nelle Fonti Francescane. […]

Il 9 ottobre 2015 il testo giunge nelle mani di papa Francesco, un modo per esprimere da parte del mondo francescano la gratitudine per i suoi numerosi accorati appelli a tornare a leggere-pregare-approfondire la Parola di Dio, rivolti soprattutto ai giovani (anche con tanti tweet dedicati).

Nel frattempo e in occasione dell’uscita del libro si delinea e avvia il progetto multimediale che si concretizzerà nel sito internet bibbiafrancescana.org (piattaforma di riferimento) e nei canali social Twitter (@bibbiafrancesca) e Facebook (@bibbiafrancescana) che rilanciano i contenuti della piattaforma sempre on-line. Quest’ultima offre la presentazione del progetto editoriale del testo e del sito: qui troviamo oggi più di 1300 “post” redatti in cinque anni da un “convento virtuale” di molti autori». (A.V.)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 20).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office