Baccalaureato Licenza Dottorato Biblioteca Contatti Segreteria
Storia della Facoltà
Informazioni Generali
Autorità Accademiche
Collegio dei Professori
Calendario delle Lezioni
Ufficio Stampa
San Bonaventura Informa
Editrice MF
Auditorium
Cineforum
Borse di Studio e Donazioni
CATTEDRE E ISTITUTI
Cattedra Kolbiana
F.I.A.T.S.
Mulieris Dignitatem
Grafologia pastorale
Academia Bessarionis
Cattedra di dialogo
AREA RISERVATA
home \ news
NEWS
Minorità e politica
03 Aprile 2019

“Minorità e politica” - a firma di Vincenzo Rosito, docente di Filosofia teoretica - è il primo dei tre articoli del Focus di San Bonaventura informa dedicato al tema della minorità.

«È ancora possibile una coscienza apocalittica del tempo presente? Il linguaggio apocalittico può essere ancora praticato credibilmente dai cristiani per connotare lo scorrere apparentemente omogeneo dei giorni? Oggi l’apocalittica non è un genere comunicativo particolarmente frequentato o almeno non lo è nei modi con cui viene presentato nella tradizione biblica e patristica.

La concezione apocalittica del tempo implica non tanto la consapevolezza di una fine imminente, quanto la coscienza di un tempo che inizia a scorrere più velocemente.

L’accento cade sull’accelerazione impressa alla storia, sulla velocità dei giorni, orientati verso una destinazione che sarà anche rivelazione. Questa prospettiva, se ben compresa e assunta, non implica la contrazione dei sentimenti o l’umiliazione dei progetti, ma suggerisce piuttosto un allargamento degli orizzonti: proprio perché la condizione umana si orienta in un orizzonte positivo e significativo, le azioni individuali e collettive non possono avere il fiato corto. […]

La politica ha il fiato corto in quanto percepisce se stessa quasi esclusivamente come un esercizio amministrativo, momentaneo e puntuale.

La politica rischia di interpretate se stessa non come impresa di immaginazione collettiva, ma come tecnica manageriale, esperta in problem solving: a problemi momentanei e puntuali, si risponde con provvedimenti momentanei e puntuali. Appiattire la politica sulla pur legittima risoluzione dei problemi comuni può ridurre la polis a un mero contenitore di “bisognosi”». (V.R.)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 2).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office