CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Beatificazione dei monaci martiri di Tibhirine
07 Dicembre 2018

È in programma domani, sabato 8 dicembre, la cerimonia di beatificazione dei martiri dell’Algeria, presso il Santuario di Notre-Dame de Santa Cruz di Orano. Tra i nuovi beati ci saranno anche i monaci trappisti di Tibhirine, assassinati nel 1996, la cui storia è raccontata nel bellissimo film Uomini di Dio, vincitore di numerosi premi, tra i quali il Grand Prix speciale della Giuria al Festival di Cannes 2010.

A loro è dedicato l’articolo di fra Guglielmo Spirito su San Bonaventura informa, corredato da alcune proposte di lettura per approfondire la storia di questi coerenti e coraggiosi testimoni del Vangelo. 

«Quanti di noi abbiamo visto il notevole film Des hommes et des dieux, in italiano Uomini di Dio? Ha vinto tutti i premi al festival di Cannes. È la storia vera di una piccola comunità di monaci trappisti che vivevano sulla catena montuosa dell’Atlas - in Algeria - negli anni Novanta.

Buona parte del copione è fatta di citazioni dirette dei diari e delle lettere dei monaci. Si erano profondamente integrati in un piccolo villaggio musulmano, amati come amici. Lentamente si trovarono inghiottiti nel violento scontro tra terroristi islamici ed esercito.

Che dovevano fare? Andare via o rimanere? Finalmente decisero che dovevano rimanere. Uno del villaggio disse: "Noi siamo gli uccelli che riposano sui rami, e voi siete i rami". Il 21 maggio 1996, tutti tranne due, furono portati via durante la notte e poi decapitati.

Il film Uomini di Dio ci coinvolge innanzitutto perché racconta di gente particolare che è vissuta in una comunità particolare. Gli attori sono così convincenti che è pressoché impossibile non credere che siano proprio gli stessi monaci assassinati». (G.S.).


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 15).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.



fonte: Seraphicum Press Office