CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
La festa di san Francesco in Venezuela
04 Ottobre 2018

La festa di san Francesco in Venezuela. San Bonaventura informa propone, per la festa del Padre Serafico, un approfondimento su questa terra così duramente provata da una crisi economica e sociale, attraverso la presenza e la lettura dei fatti da parte dei frati minori conventuali che vivono nella piena condivisione con il popolo venezuelano.

La testimonianza è di fra José Alberto Suárez Aleman, segretario della Custodia provinciale di Nuestra Señora de Coromoto.
«La Custodia del Venezuela sta per celebrare quaranta anni di presenza francescana conventuale in queste terre. Al momento ci sono cinque conventi distribuiti in tutto il Paese: quattro parrocchie e una casa di formazione.

Come ben noto, il Venezuela sta attraversando una delle più grandi crisi economiche, sociali e politiche della sua storia.
La popolazione vive in grande ansia e insicurezza per la situazione, si respira un’aria di rassegnazione davanti all’evidente distruzione del Paese: la scarsità di cibo, l’impossibilità di reperire i farmaci essenziali, l’elevato tasso di mortalità soprattutto tra i bambini dovuta in gran parte alla malnutrizione, il  consequenziale flusso migratorio con cifre esorbitanti - migliaia di venezuelani stanno lasciando le scuole, le università, il lavoro, le famiglie, fuggendo con mezzi regolari e irregolari, sperando di raggiungere condizioni migliori e aiutare i cari rimasti in patria.

Le migrazioni hanno provocato l’inevitabile dolore della separazione, la sofferenza di vedere una persona amata andare in una destinazione incerta, l’abbandono di figli lasciati ai nonni o ad altri parenti, l’abbandono di bambini a genitori anziani, la separazione dei coniugi, tanto che si può quasi dire che in Venezuela non c’è famiglia in cui almeno uno dei membri non sia partito». (J.A.S.A.).


Leggi qui l'articolo integrale (pag. 6).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.

Version en español


fonte: Seraphicum Press Office