CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
#GiovaneSinodo: giovani e volontariato
01 Ottobre 2018

Prosegue il viaggio nel mondo giovanile avviato da San Bonaventura informa con la rubrica #GiovaneSinodo. A poche ore dall’apertura dell’appuntamento sinodale, si parla dei giovani e del mondo del volontariato. A firmare l’articolo è Giulio Sensi, direttore di Volontariato oggi.

«Alla domanda se i giovani siano o meno impegnati in attività di volontariato non esistono risposte rapide e facili. Ogni stereotipo a cui si voglia ricondurre il delicato tema dell’impegno giovanile non regge alla prova dei fatti: non è vero che i giovani sarebbero più disimpegnati rispetto al passato, come non è vero che siano sempre più orientati a forme innovative e più individuali di partecipazione immersi, come sono, nel mondo digitale.

In questo contributo proveremo a guardare i dati statistici e ad interpretarli correttamente, per poi condividere alcuni commenti e chiavi di lettura con l’obiettivo di focalizzare il valore educativo del volontariato e condividere strumenti di azione.

In uno smarrimento generale che viviamo nella società attuale, il dato più importante che si evince dalle statistiche è che le persone che hanno fra 14 e 29 anni esprimono un tasso di partecipazione al volontariato in linea con quella che è la media italiana. […]

L’annosa domanda sui giovani è, e non può che essere, una domanda centrale per gli adulti. Il volontariato non è, lo abbiamo detto, solo fare cose, ma sviluppare un atteggiamento, una cultura, un modo di porsi, diverso dalla cultura dominante verso gli altri e il Creato.

È una propensione che affonda le sue radici in alcuni valori cristiani e costituzionali fondamentali per la qualità della vita civile e la coesione sociale.
Abbracciare questi valori significa fare una scelta di campo, una scelta di apertura; scegliere di entrare dentro la realtà per abbracciarla, senza giudicarla, accettando anche l’inquietudine e la non riconoscenza che aiutare l’altro può provocare. Ma è l’unica strada possibile per trasformare la società del rancore nella tanto sperata, da millenni, società dell’amore». (G.S.)


Leggi qui l'articolo integrale (pag. 11).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office