CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Fra Antonio Mansi, nel centenario della scomparsa
09 Marzo 2018

Fra Antonio Mansi, ex studente del Seraphicum, fu uno dei fondatori della Milizia dell’Immacolata, assieme a fra Massimiliano Kolbe. A ricordarne la figura su San Bonaventura informa, nel centenario della scomparsa, è fra Gianfranco Grieco, giornalista e scrittore.

«Cento anni fa, fra Antonio Mansi, alunno della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura”, moriva nel collegio serafico internazionale in via san Teodoro al Palatino 41 F, colpito da febbre spagnola. Era il 31 ottobre 1918. Aveva solo 22 anni. Era stato con fra Massimiliano Maria Kolbe cofondatore della Milizia di Maria Immacolata (16 ottobre 1917) e insieme condivisero la scelta di vita francescana dal 12 novembre 1915 al 31 ottobre 1918.

Negli anni della sua formazione romana, era rettore del collegio padre Stefano Ignudi, genovese, noto studioso di Dante e confessore di Benedetto XIV, il quale, nel trigesimo della morte, sulla immaginetta ricordo lo additava come “santo chierico” che nel corso della breve esistenza (era nato a Londra il 9 maggio 1986 da genitori di Ravello - Salerno) coltivava in «modo eccellente le virtù dell’umiltà, dell’obbedienza, dell’abnegazione dell’amor proprio, della mortificazione, della pazienza, della semplicità, della povertà religiosa, della carità fraterna, della diligenza e della precisione nell’osservanza delle regole, della fede più viva e della pietà più tenera, riguardo alla preghiera, al culto, alla Chiesa, al Papa, al suo Ordine».


Leggi qui l'articolo integrale (pag. 15).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.



fonte: Seraphicum Press Office