CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
“Ebrei, cristiani e musulmani figli di Abramo”
02 Febbraio 2018

“Ebrei, cristiani e musulmani figli di Abramo - Riscoprire la fratellanza fra i monoteismi abramici” è il tema del ciclo di incontri promossi dalla Cattedra di dialogo tra le culture di Ragusa e dagli Uffici per la cultura e per l’ecumenismo e il dialogo della Diocesi ragusana.

Si tratta di sei serate, articolate in tre appuntamenti, che metteranno a confronto, con una formula molto dinamica, rappresentanti del mondo ebraico, cristiano ed islamico. Al centro del dibattito la figura di Abramo come “padre di una moltitudine di popoli”.

Primo appuntamento venerdì 2 e sabato 3 febbraio alle ore 19.30, nel Salone della Chiesa di “San Giuseppe Artigiano” a Ragusa, sul tema “L’uscita di Abramo e la migrazione verso l’eterno. Riflessioni sullo sradicamento culturale odierno: problema sociale o nuova opportunità per tutti?” con la partecipazione di Elena Lea Bartolini, teologa ebrea della Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale; fra Domenico Paoletti, teologo della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura”; Nader Akkad, imam di Trieste; Vincenzo Rosito, filosofo della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura”.

«Il nostro Vescovo - spiegano i promotori - ha quest’anno richiamato l’attenzione sulla missionarietà della compagine ecclesiale per una “Chiesa in uscita” e Abramo costituisce certamente una figura paradigmatica in tal senso. Si confronteranno tre ospiti provenienti da altrettante diverse tradizioni religiose, in dialogo con un filosofo, idealmente rappresentante della ragione umana».


Da San Bonaventura informa


fonte: Seraphicum Press Office