CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
I teologi e le sfide di oggi
15 Gennaio 2018

Chi sono i teologi, qual è il loro ruolo, soprattutto dinanzi alle attuali sfide? È un’ampia e ricca intervista quella di fra Emanuele Rimoli, docente di Antropologia teologica, a monsignor Domenico Pompili, vescovo di Rieti.

Una conversazione che va ad affrontare numerose tematiche e che, con lo stile molto comunicativo ed efficace dell’interlocutore, rende al lettore un ampio quadro sul quale riflettere.

«Oggi rispetto alla fede si tende ad avere un approccio soprattutto emotivo, psicologico e occasionale – sottolinea monsignor Pompili -, mentre il teologo ha l’ambizione di voler dare una sorta di sistema alla sua professione, cercando di cogliere i nessi tra le diverse materie della teologia perché tutto si tenga. Quindi io credo che il pregio di un insegnante che è testimone non sia semplicemente il grado di coerenza esistenziale, ma piuttosto il grado di plausibilità che quanto va esponendo mostra di avere.

Quello del teologo di professione è uno sforzo esigente, e dovrebbe aiutare un po’ tutti a ritrovare questa componente della fede che non è mai cieca, semmai apre continuamente delle domande, e che non ci fa mai sentire del tutto appagati rispetto alle nostre convinzioni perché le sposta sempre in avanti – sia perché la fede in se stessa deve essere ulteriormente approfondita, visto che nessuno può dire di averla posseduta una volta per sempre, e sia perché le dinamiche umane e i problemi che via via si sviluppano costituiscono una continua provocazione –, anche per il teologo».

Il Focus del mese, è introdotto dall’editoriale dal titolo “I teologi, uomini dell’avvento” che riporta alcune riflessioni di Benedetto XVI sul compito spettante a ogni teologo.


Leggi qui l’intervista integrale (pag. 2)
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office