CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Il cinquantenario dei primi chierici del Seraphicum
20 Dicembre 2017

Si ritroveranno per tre giorni al Seraphicum (dal 20 al 22 dicembre), dopo 50 anni dalla loro ordinazione sacerdotale, i primi chierici studenti che nel lontano 1964, solennità dell’Epifania del Signore, traslocavano insieme ad altri 120 frati dal Collegio internazionale di via san Teodoro 42, al Seraphicum, nuova sede della Pontificia Facoltà teologica "San Bonaventura".

Si tratta di mons. Berardo Oshikawa, giapponese, vescovo di  Naha, Okinawa; Gianfranco Grieco, Giuliano Abram, Wayne Hellmann, Nicola Nasuti, Valerio Dominici, ordinati a Roma nella basilica dei santi Pietro e Paolo all’Eur dal cardinale Paolo Marella, arciprete della basilica vaticana ed ultimo protettore dell’Ordine serafico, il 21 dicembre 1967.

E poi, gli altri ordinati nel corso dell’anno seguente: Massimiliano Redondo, spagnolo; gli italiani Salvatore Ruzza, Pietro Guerrieri, Mario Minicucci, Mario Alessandrini, Massimiliano Baccile, e lo svizzero Klaus Renggli. Da ricordare anche lo statunitense Dennis Janichi, scomparso prematuramente.

In tutto tredici ministri di Cristo che hanno dato e continuano a dare la vita per la Chiesa e per l’Ordine serafico.
Dopo la concelebrazione con papa Francesco a Santa Marta domani mattina (giovedì 21), si ritroveranno, nel pomeriggio, nella basilica dei Santi Pietro e Paolo all’Eur per una seconda concelebrazione.

Il giorno successivo, nella basilica dei Santi XII Apostoli, sarà celebrata la santa messa con il ministro generale padre Marco Tasca, cui seguirà l'agape fraterna con i religiosi della comunità.


fonte: Seraphicum Press Office