CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Minorità: la forma di Francesco. Attualità inattuale
26 Giugno 2020

Leggi qui l’articolo integrale (a pag. 34)


Qual è il senso della minorità testimoniata da Francesco d’Assisi? Fra Emil Kumka propone, nella rubrica “Tra le righe” di San Bonaventura informa, la recensione del libro Minorità: la forma di Francesco. Attualità inattuale di fra Domenico Paoletti, un libro uscito di recente con l’obiettivo di proporre una "sintesi attualizzante della minorità".

«Nella collana Presenza di san Francesco, delle Edizioni Biblioteca Francescana di Milano, è stato recentemente pubblicato il libro di p. Domenico Paoletti intitolato Minorità: la forma di Francesco. Attualità inattuale. Il volumetto, come tutti della serie, è molto maneggevole e tascabile, e con le sue 130 pagine può essere portato sempre con sé, a modo di un compagno di viaggio o di cammino.

I tredici brevi capitoli, che compongono il corpo del libro, sono introdotti dalla prefazione scritta dal noto storico del francescanesimo Grado Giovanni Merlo. La chiusura delle riflessioni di p. Paoletti, invece, ripropone il discorso di papa Francesco, pronunciato il 23 novembre 2017, ai membri della Famiglia Francescana del Primo e del Terzo Ordine Regolare.

Partendo dal titolo è subito possibile intendere la prospettiva dei brevi saggi che un lettore interessato trova nell’interno della pubblicazione. […]

Però più che uno studio, i testi dei capitoli sono le asserzioni, espressioni di un meditabondo francescano, che cerca gli indirizzi linguistici, accettabili dai contemporanei, per inquadrare l’intramontabile realtà dell’Assisiate nella sua forma più idonea, nel suo formarsi, maturarsi e presentarsi anche oggi come un fratello minore universale.

È qui che ogni lettore potrà trovare il nutrimento, sia spirituale che intellettuale, per il proprio cammino concreto, non unicamente ideale o ideologico, per costruire il mondo “minore” in sé e attorno a sé. Non si vuole qui svelare alcuna affermazione o suggestione approntata dall’Autore, perché sarebbero solo una lettura parziale e molto soggettiva di chi scrive queste parole di presentazione.

Piuttosto ognuno è chiamato a vederli nell’intimità della propria percezione e accettazione di san Francesco, anche in quello più urtante e impopolare per l’uomo del XXI secolo, che è, infatti, l’atteggiamento di servizio, di umiltà, di ultimo posto in forza del Vangelo, per i credenti cristiani, e in forza dell’universale generalità umana, per chi confessa qualsiasi credo nella vita personale.

L’essere minore a chiunque e in qualsiasi circostanza era lo stile dell’Assisiate, o la forma, evocata nel titolo. La minorità, invece, tocca chi vuole seguire l’esempio del Santo, perché è una concezione più astratta, e dunque più abbordabile oggi, benché spesso solo intellettualmente o ideologicamente». (E.K.)


Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office