CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Il Giugno antoniano al tempo del Covid-19 e la lettera del papa
04 Giugno 2020

Leggi qui l’articolo integrale (a pag. 38)


Un sito web dedicato alla festa di sant’Antonio di Padova, un volo della reliquia del Santo sulla città e sui luoghi simbolo della lotta e resistenza al Covid-19, in sostituzione della tradizionale e affollatissima processione. Le misure restrittive per la pandemia hanno imposto una rimodulazione delle celebrazioni del Santo, ampliando in questo modo le possibilità di partecipazione da parte dei fedeli di tutto il mondo che potranno così compiere - seppur mediati dalla tecnologia - i consueti gesti di devozione al santo francescano.

Intanto papa Francesco scrive una lettera al Ministro generale OFMConv, fra Carlos Trovarelli, per l'ottavo centenario della vocazione francescana di sant'Antonio, sottolineando l'auspicio che «questa significativa ricorrenza susciti, specialmente nei Religiosi francescani e nei devoti di Sant’Antonio sparsi in tutto il mondo, il desiderio di sperimentare la stessa santa inquietudine che lo condusse sulle strade del mondo per testimoniare, con la parola e le opere, l’amore di Dio. Il suo esempio di condivisione con le difficoltà delle famiglie, dei poveri e disagiati, come pure la sua passione per la verità e la giustizia, possano suscitare ancora oggi un generoso impegno di donazione di sé, nel segno della fraternità».

Tornando alle celebrazioni, «le misure anti-contagio non fermeranno il “Giugno antoniano” ma ne potenzieranno la partecipazione, attraverso il maggiore ricorso ai mezzi tecnologici che garantiranno ai fedeli di tutto il mondo una “presenza” diretta e interattiva ai diversi appuntamenti. Se il Covid-19 ha rivoluzionato le nostre vite, si risponde con impegno e creatività, attraverso una programmazione tale da rendere ancor più carico di significati questo particolare anno.

Il 2020, infatti, ricorda la “rivoluzione” avvenuta 800 anni nella vita del giovane canonico agostiniano Fernando il quale decise di lasciare le sicurezze della sua abbazia per seguire la strada di san Francesco d’Assisi, prendendo il nome di Antonio. Un anniversario, quindi, che trae da Fernando da Lisbona il coraggio e l’intraprendenza di divenire Antonio di Padova, inseguendo il sogno del confratello Francesco e dei frati missionari che nel 1220 gli aprirono la strada della fraternità.

A questo anniversario della vocazione francescana di Antonio si ispirano il Giugno Antoniano e la Tredicina con il Progetto 13 giugno online varato dai frati della Basilica del Santo. Si tratta di un sito web dedicato - www.13giugno.org - che, nell’impossibilità di viaggiare e di far radunare le folle oceaniche solitamente presenti per queste celebrazioni, permetterà ai devoti di seguire gli appuntamenti da ogni dove ma anche - registrandosi on line - di fare digitalmente tutti quei gesti che si compiono solitamente in basilica. […]

Particolarmente ricca di significato la scelta di sostituire la processione, tradizionalmente partecipata da migliaia di persone, con un volo sulla città delle reliquie di sant’Antonio, accompagnate dal rettore della Basilica, padre Oliviero Svanera».


Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.



fonte: Seraphicum Press Office