CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Festa ad Assisi per la Basilica "Caput et Mater"
26 Maggio 2020

Oggi ad Assisi è festa per la Dedicazione della Basilica di san Francesco: alle ore 18 sarà celebrata una santa messa, presieduta da fra Carlos Trovarelli, Ministro generale dell'Ordine dei Frati Minori Conventuali.
Una storia che inizia con la vita di frate Francesco e prosegue sulla scia della sua santità e della sua perenne attualità.

Appena due anni dopo la morte, avvenuta nel 1226, Francesco viene canonizzato da papa Gregorio IX che sollecita i frati a costruire una chiesa in suo onore, benedicendo lui stesso, nel 1228, la prima pietra.
È frate Elia ad occuparsi con grande fervore della realizzazione della basilica dove, il 25 maggio del 1230, viene traslato il corpo di san Francesco che era stato provvisoriamente sepolto nella chiesa di san Giorgio (nell’area dove attualmente sorge la basilica di santa Chiara).

Lo stesso papa Gregorio IX conferisce alla nuova costruzione il titolo di basilica e di “Caput et Mater” di tutte le chiese francescane.

E proprio oggi, attorno alle 15.30, il cielo di Assisi sarà attraversato dalle Frecce Tricolori impegnate, da ieri e sino a venerdì, nel sorvolo delle principali città italiane, da nord a sud, in vista della festa della Repubblica ma anche come forte e simbolico abbraccio a tutto il Paese, in un anno tanto difficile.

Il passaggio sui cieli assisani non può che rappresentare anche un omaggio dell’Aeronautica militare al Santo patrono d’Italia. 
Sarà possibile seguire il passaggio delle Frecce Tricolori e la santa Messa sui canali social della Rivista “San Francesco” (qui la pagina Facebook).

Per un approfondimento sulla storia della Basilica di san Francesco, leggi qui (a pag. 18) l'articolo di fra Francesco Costa su San Bonaventura informa.


fonte: Seraphicum Press Office