CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
La conformazione a Cristo, padre Pio e Giovanni Paolo II
16 Marzo 2020

Leggi qui l’articolo integrale (a pag. 22)


Nel centenario della nascita di Karol Wojtyla, prosegue la rubrica “Giovanni Paolo II: dottrina e santità” curata da fra Raffaele Di Muro, frate minore conventuale e docente di Spiritualità francescana. In questo numero di San Bonaventira informa si parla della conformazione a Cristo, nella prospettiva - appunto - del Papa santo. Un tema che si lega strettamente alla spiritualità francescana e che trova un grande esempio nella figura di san Pio da Pietrelcina.

«La spiritualità francescana ha nella conformazione a Cristo l’elemento dominante e qualificante. Da san Francesco in poi, tutti i membri della famiglia serafica, seppur con sfumature diverse, hanno cercato vie che portassero a ricalcare fedelmente le orme del Signore Gesù povero e crocifisso.

Questi aspetti sono stati magistralmente sottolineati da Giovanni Paolo II, soprattutto in occasione delle canonizzazioni o beatificazioni dei personaggi appartenenti all’Ordine Serafico.
Ad esempio, questa peculiarità del vissuto francescano, secondo lo stesso Pontefice, è stata particolarmente visibile in Pio da Pietrelcina. Ecco le parole del santo Papa, pronunciate nel giorno in cui il noto Cappuccino è stato proclamato santo.

"L’immagine evangelica del 'giogo' evoca le tante prove che l’umile cappuccino di San Giovanni Rotondo si trovò ad affrontare. Oggi contempliamo in lui quanto sia dolce il “giogo” di Cristo e davvero leggero il suo carico quando lo si porta con amore fedele. La vita e la missione di Padre Pio testimoniano che difficoltà e dolori, se accettati per amore, si trasformano in un cammino privilegiato di santità, che apre verso prospettive di un bene più grande, noto soltanto al Signore. […]

Non è forse proprio il 'vanto della Croce' ciò che maggiormente risplende in Padre Pio? Quanto attuale è la spiritualità della Croce vissuta dall’umile Cappuccino di Pietrelcina! Il nostro tempo ha bisogno di riscoprirne il valore per aprire il cuore alla speranza. […]

Giovanni Paolo II notava che per san Pio, come per ogni francescano, è Cristo il modello cui rifarsi per raggiungere la santità. Le virtù che il Signore mostra, nei suoi atteggiamenti e nelle sue parole, devono essere motivo di conformazione per chi lo ama e lo segue. Il santo di San Giovanni Rotondo ha preso in considerazione tutti i misteri di Gesù ed è stato particolarmente affascinato dalla sua umanità, al punto di riproporla nella sua personale esperienza spirituale». (R.D.M.)

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office