CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Il Green Deal per un nuovo umanesimo integrale europeo
05 Febbraio 2020

Leggi qui l’articolo integrale (a pag. 10)


L’incontro mondiale “The Economy of Francesco”, convocato da papa Francesco ad Assisi dal 26 al 28 marzo, darà ampio spazio ai giovani, alla loro idea di futuro, alla creatività, a un approccio nuovo e particolarmente attento alle tematiche ambientali, economiche e sociali.

San Bonaventura informa accompagna a questo evento con una serie di approfondimenti, di esperti e di giovani, in perfetta sintonia con la filosofia che anima questo appuntamento. Nella rubrica “L’economia di Francesco”, proponiamo una giovane e competente voce, quella di Marco Fornasiero (nella foto) attualmente impegnato in un tirocinio presso l’ufficio di Presidenza del Presidente del Parlamento Europeo e membro del Gruppo CONnessioni.

«Sono passati quattro anni dalla promulgazione dell’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, un tempo di grandi cambiamenti a livello economico, sociale e politico. I partiti politici in molti Paesi si sono capovolti. Sono anche cambiati molti leader mondiali: da Obama a Trump negli Stati Uniti, da Renzi a Conte in Italia, da Rajoy a Sanchez in Spagna, per arrivare alle recenti elezioni in Gran Bretagna che hanno confermato il partito conservatore di Boris Johnson sui laburisti di Jeremy Corbyn.

Come non menzionare, poi, le elezioni europee del maggio 2019, quelle con la maggiore carica politica degli ultimi anni. In questo contesto si inserisce l’enciclica di papa Francesco.
La domanda può sembrare retorica, ma è opportuno porla come premessa: quanto l’enciclica del Pontefice, all’interno dello scenario nazionale ed europeo ha precorso i grandi temi che la politica dovrà affrontare nel futuro?

Dal punto di vista sociale, economico e politico si può affermare che le parole del Papa siano state profetiche. La sua proposta è una rivoluzione per immaginare un nuovo mondo a livello culturale e per attuarlo attraverso una politica e un’economia responsabili. […]

L’attenzione al tema ambientale è cresciuta anche a livello sociale, in particolare con il coinvolgimento delle giovani generazioni. Si pensi al fenomeno generato dall’attivista svedese Greta Thunberg e ai Friday for Future che hanno mobilitato centinaia e centinaia di giovani e giovanissimi in tutto il mondo.

È proprio l’intreccio di queste due istanze, quella politico-istituzionale e quella sociale, che hanno portato la Commissione Europea, sotto la presidenza di Ursula Von der Leyen, a presentare un bilancio pluriennale dell’Unione Europea fortemente innovativo in termini di politiche ambientali». (M.F.)


Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office