CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Sulla fratellanza umana, il nuovo supplemento di “San Bonaventura informa
29 Ottobre 2019

San Bonaventura informa presenta il suo settimo supplemento - "Sulla fratellanza umana. A 800 anni dall'incontro tra Francesco d'Assisi e il sultano al-Kamil" - che raccoglie le riflessioni proposte sul tema dell’incontro di Damietta, di cui ricorre l'ottavo centenario.

Partendo dal docu-film The Sultan and the Saint, proiettato l’anno scorso in anteprima europea al Seraphicum, si sviluppano riflessioni e testimonianze sul filo della storia, della spiritualità, dell’attualità che vede spesso tanti ostacoli sul terreno del dialogo e della convivenza pacifica (e non sospettosa) tra le "differenze".

La pubblicazione, a cura di Elisabetta Lo Iacono ed Emanuele Rimoli, raccoglie i contributi di Felice Autieri, OFMConv, docente di Storia del francescanesimo; Silvestro Bejan, OFMConv, direttore del “Centro Francescano Internazionale per il Dialogo”; Antonio Di Marcantonio, OFMConv, presidente del Centro Studi “Frate Elia da Cortona”; Guido Dotti, monaco di Bose; Michael Lasky, OFMConv, director of the “Justice, Peace, and Integrity of Creation Ministry”, USA; Pietro Messa, OFM, docente di Storia del Francescanesimo; Paola Francesca, Piccola Sorella di Gesù, missionaria in Siria; Emanuele Rimoli, OFMConv, docente di Antropologia cristiana; Vincenzo Rosito, docente di Filosofia teoretica; Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino; Guglielmo Spirito, OFMConv, docente di Spiritualità francescana e Dariusz Wisniewski, OFMConv, teologo, già missionario in Turchia.

«È opportuno e necessario riflettere sull’incontro tra Francesco e al-Kamil, come ci viene proposto attraverso le riflessioni e le testimonianze contenute in questa pubblicazione - anche alla luce del recente incontro tra papa Francesco e il grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb nel febbraio scorso. L’eloquente forza della realtà di un dialogo - apparente impossibile - può essere per tutti - soprattutto per gli uomini e le donne di buona volontà, appartenenti ad ogni religione e credo, perfino laico - l’occasione di un grande esame di coscienza in vista di un nuovo esodo. Per passare cioè da una concezione difensiva della propria identità culturale ad un approccio relazionale, in cui l’altro, nella sua alterità, è l’elemento essenziale della propria crescita personale, religiosa e sociale». Dalla prefazione di Giulio Cesareo, OFMConv, responsabile editoriale della “Libreria Editrice Vaticana.

La pubblicazione può essere letta, gratuitamente, nella sezione del sito dedicata ai supplementi di San Bonaventura informa.


fonte: Seraphicum Press Office