CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
L'inaugurazione del nuovo anno accademico
14 Ottobre 2019

Si è svolta sabato la cerimonia di inaugurazione del 116° anno accademico della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura” Seraphicum.

Ad aprire ufficialmente la giornata, la celebrazione della santa messa nella cappella “San Bonaventura” del Seraphicum, presieduta da mons. Gianrico Ruzza, vescovo ausiliare di Roma per il settore sud. Nel corso dell’omelia, mons. Ruzza ha sottolineato come in questa Facoltà «voi studiate e preparate linguaggi nuovi, rispondenti al nostro tempo e alla Evangelii Gaudium con cui il nostro vescovo, papa Francesco, ha chiesto di essere pronti a spiegare, mostrare e donare la certezza della consolazione di Dio per il suo popolo, perché è questa la sfida: trasmettere l’immutabile e inconfondibile bellezza del Vangelo».

In apertura del momento accademico, successivo alla celebrazione eucaristica, il Preside fra Dinh Anh Nhue Nguyen ha fatto un’ampia panoramica sulla vita della Facoltà: dalla revisione degli Statuti per un rinnovamento alla luce della Veritatis Gaudium, al trasferimento dei locali accademici nell’ala del Seraphicum (dove peraltro si trovavano all’inizio), accorpando così in un’unica zona le aule e la grande biblioteca. E ancora, la collaborazione con la Pontificia Università Antonianum per la creazione di un’unica Università francescana, oltre all’incremento di occasioni formative - anche extra accademiche - per consentire un più ampio approccio alle materie teologiche.

Dunque la prolusione che verteva quest’anno sul tema “Donna-Missione-Chiesa”, con la relazione della prof.ssa Nuria Calduch-Benages, docente di Teologia biblica alla Pontificia Università Gregoriana, oltre che membro della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione per lo studio del diaconato delle donne, istituita da papa Francesco.

Un’ampia e articolata “riflessione di una biblista”, come sottolineato dalla prof.ssa Calduch-Benages, sulla storia, sulla donna come soggetto di studio della Bibbia, sull’approccio femminista alla Bibbia, sino a concludere come «La Chiesa deve porsi in ascolto (delle donne). Deve lasciarle esprimere da protagoniste. Il loro modo di leggere, interpretare la vita ha una rilevanza che deve segnare un cammino pastorale che non può vedere le donne perennemente soggette o brave e fedeli esecutrici, quasi vergognose o timide di fronte alla forza che potrebbero esprimere in novità. I ministeri, carismi, servizi, sono doni per la comunità ed esigono una profonda e attenta rilettura che apra nuove vie alla comprensione del ruolo delle donne nella Chiesa».

Presenti alla cerimonia di inaugurazione, tra gli altri, il Vice Rettore della Pontificia Università Antonianum, fra Agustin Hernández (OFM), fra Cesare Vaiani, Segretario generale per la formazione dell’Ordine dei Frati Minori e fra Maurizio Di Paolo, Procuratore generale dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, in rappresentanza del Gran Cancelliere fra Carlos Trovarelli.


Clicca qui per aprire l'album fotografico.


fonte: Seraphicum Press Office