CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Madonna Pica e gli abusi domestici
11 Giugno 2019

“Sciogliere le catene, tenere per mano: madonna Pica e gli abusi domestici” è l’originale chiave di lettura proposta da fra Michael Lasky, nella rubrica “Giustizia sociale” di San Bonaventura informa.

Una riflessione sulla diffusa piaga degli abusi tra le pareti domestiche, muovendo da una riflessione sulla vita familiare di Francesco di Assisi, sui contrasti con il padre Pietro di Bernardone e sul ruolo della madre, con una riflessione: «Non potrebbe essere che per noi francescani, oggi, madonna Pica diventi la patrona che scioglie le catene, spezza il ciclo di violenza e ricerca il perdono e la grazia?».

«Nella mia vita da frate ho avuto molte occasioni di accompagnare i pellegrini venuti ad Assisi nella basilica di San Francesco in qualità di guida spirituale. […]
Nel 1998, uscivo nel primo pomeriggio per un gelato attraversando appunto la basilica superiore e superando dei pellegrini sparpagliati. Mentre passavo proprio sotto l’affresco della spogliazione di Francesco, una donna mi riconobbe come il frate che al mattino aveva fatto da guida al suo gruppo.

Salutatomi, mi chiese perché avessi descritto con immagini moderne la scena del giovane Francesco che si spoglia dei suoi vestiti. Risposi che Francesco, consegnando i suoi vestiti al padre, Pietro Bernardone, era come un ricco adolescente di oggi che rinuncia a cellulare, carte di credito, portafogli e chiavi di casa. Tale gesto, ora come allora, significa una radicale fiducia in Dio. […]

Mi domando se noi francescani abbiamo veramente riesumato ed esaltato la vita ordinaria di madonna Pica. Dopotutto, non fa nemmeno un’apparizione negli affreschi della basilica, dove “l’Accademia dell’Arte” di Assisi le ha negato un ruolo di supporto nel ciclo sulla vita di suo figlio.

Siccome non c’è, è più facile per noi non raccontare l’intera storia della vita di Francesco? Madonna Pica e Francesco, la loro è la storia di chi ha sofferto abusi domestici e, come deduciamo dalla vita di Francesco, hanno probabilmente offerto il perdono e trovato la grazia.

Quando ripenso alle innumerevoli volte che ho fatto da guida in basilica e mi sono fermato all’affresco della spogliazione di Francesco, mi rendo conto che non ho mai menzionato una volta la frase “abusi domestici”. Il mio obiettivo è stato sempre mostrare la fiducia di Francesco in Dio.

Abbiamo davvero riesumato e raccontato l’interezza della loro storia, o semplicemente la notiamo come una curiosità o un’oscura nota a piè di pagina nella più ampia storia della loro vita? La statua di madonna Pica, che tiene in mano una catena spezzata e la mano di suo marito, è un inizio, ma la scena degli abusi domestici nella vita di Francesco, una storia “di persone, parole e vita, di perdono e grazia”, non è ancora abitualmente condivisa». (M.L.)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 10).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.

English Version


fonte: Seraphicum Press Office