CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
La vocazione politica tra responsabilità e servizio
05 Giugno 2019

Come si caratterizza la vocazione politica? Che senso hanno i termini responsabilità e servizio? E cosa significa impegnarsi in politica in una città dalla forte carica spirituale ed etica come Assisi?

Fra Roberto Liggeri ha incontrato, per la rubrica “Accenti vocazionali” di San Bonaventura informa, il sindaco di Assisi Stefania Proietti, per raccontare una storia di impegno politico e amministrativo al femminile e con una spiccata attenzione verso il creato e gli ultimi.

«L’uomo è per natura un animale politico, come sosteneva Aristotele? Anche se nella storia della democrazia italiana si è assistito a uno svilimento del senso della politica percepita come attività di un gruppo di affari separato dalla società civile, nessuno può negare l’importanza che ha la politica nel suo senso originale ovvero di gestione della vita pubblica per il bene comune.

E se ogni scelta che compiamo nella nostra vita sociale può essere ricompresa in un atto politico inteso in senso ampio, è possibile parlare di vocazione politica per chi decide di impegnarsi nelle istituzioni che governano una nazione o amministrano una comunità? […]

La storia di Stefania Proietti inizia in una piccola frazione di Assisi dove fin da bambina vive a contatto con la natura; l’amore per l’ambiente la spinge a laurearsi in ingegneria meccanica con una tesi in materia di sostenibilità.

Gli studi sul risparmio energetico caratterizzano la sua vita accademica e imprenditoriale fino a aprire un’azienda, insieme ad altre due colleghe, volta a incoraggiare la green economy nel mondo delle imprese. Negli anni sente crescere in lei la consapevolezza che l’impegno ambientale e i valori cattolici con cui era cresciuta non siano separati.

La ricerca e l’impegno nella lotta contro l’ingiustizia ambientale, in un mondo in cui pochi ricchi sono responsabili di un inquinamento il cui prezzo più alto viene pagato da tanti poveri, le permettono di essere chiamata dal Ministero degli Esteri come rappresentante italiana al Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite. Partecipa alle conferenze sui cambiamenti climatici COP21. Collabora con la diocesi di Assisi sulla pastorale per il Creato e la CEI la invia come rappresentante per l’ambiente alla Commissione episcopale europea. […]

Il buono della politica può emergere attraverso chi vive questa vocazione non come gestione di potere ma come messa a servizio delle proprie competenze a vantaggio della comunità. I giovani, tra i quali sembra crescere la sensibilità ambientale, devono essere aiutati a vedere che c’è posto per loro e che possono contribuire formandosi e partecipando con coraggio e competenza.

Il punto chiave di una vera vocazione politica è proprio quella logica di servizio e condivisione francescana che in questi giorni ha spinto il Papa ad annunciare l’evento “Economy of Francesco” di marzo 2020 per un ripensamento di politiche e sistemi economici globali». (R.L.)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 22).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office