CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Visita a Bagnoregio
14 Maggio 2019

Ogni anno, a maggio, i frati della comunità stabile del Seraphicum sono soliti fare un’uscita comunitaria sia per incrementare le relazioni fraterne, sia con scopi culturali. Quest’anno la meta è stata Bagnoregio, quasi un pellegrinaggio verso le radici del patrono della nostra comunità e della nostra Pontificia facoltà teologica, intestate appunto a San Bonaventura.

A prelevarci, proprio alle porte della Civita, abbiamo avuto una guida del posto che ci ha condotti lungo le sue strade e i suoi monumenti. Emozionante la sosta sul luogo in cui rimangono delle tracce di quella che fu la casa natale di San Bonaventura. Come interessante la visita al museo geologico della Civita che spiega le vicende geologiche appunto che l’hanno portata ad essere un fenomeno molto particolare con un afflusso di turisti inimmaginabile.

Nel pomeriggio, grazie ad un’altra guida, questa volta un amico del posto l’avv. Michele Mancini, abbiamo visitato la concattedrale di Bagnoregio, accompagnati anche dal parroco, e la chiesa di San Francesco d’Assisi, in cui, fino a un paio di anni fa, vi operavano i confratelli della Provincia romana, e al cui interno si trova una cappella costruita con le pietre della casa di San Bonaventura, andata in rovina per i crolli della rupe dopo che era stata ricostruita, in seguito al terremoto del 1695. Da qui, ancora il nostro grazie al parroco di Bagnoregio e a Michele.

F. F.


fonte: Seraphicum