CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
La paranza dei bambini
25 Marzo 2019

La paranza dei bambini è il film al centro della rubrica “Cinema” di San Bonaventura informa. Uno spazio di approfondimento sul cinema nazionale e internazionale, curato dal critico cinematografico Vincenzo Laurito.

«Un film italiano torna quindi a vincere nella kermesse berlinese (dopo la vittoria nel 2012 dei Fratelli Taviani che avevano trionfato aggiudicandosi l’Orso d’oro per il miglior film con il loro Cesare non deve morire, seguita da quella nel 2016 del regista Gianfranco Rosi, che con Fuocammare aveva emozionato la platea con il dramma dei migranti), la quale sin da subito ha accolto con applausi e critiche positive l’opera cinematografica tratta dal romanzo di Roberto Saviano, un’opera se vogliamo ancor più dura sotto certi aspetti del precedente caso letterario, e ormai libro cult, Gomorra.

Parlando del film, il merito principale del regista Giovannesi è stato di seguire fedelmente la traccia narrativa che caratterizza l’epopea criminale dei baby gangsters narrati abilmente da Saviano.
Lo sguardo di Giovannesi nei confronti di questi “angeli con la pistola” dai soprannomi buffi come Lollipop, Biscottino e Maraja è asettico, verghiano potremmo dire in senso letterario.

La narrazione di fatti, vicende e personaggi avviene cioè senza alcun commento o giudizio da parte dell’autore, la sua cinepresa non fa altro che seguire spalla a spalla i passi svelti e ansiosi dei piccoli protagonisti, esaltandone quell’urgenza emotiva e spasmodica di diventare un giorno i re dei quartieri, scalzando con la forza e la violenza feroce, alla stregua di un adulto, chiunque si frapponga lungo il loro cammino». (V.L.)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 27).
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office